Seguici su:
YoungPress
Attualità
03 Marzo 2015
Gigolò : A new Era

Gigolò, è questo il termine di origine francese che viene usato per definire il prostituto. Colui che fa questo mestiere non vende soltanto prestazioni sessuali, ma offre la propria compagnia, la propria capiacità di sorprendere,ammaliare, conquistare e affascinare.Vendono il loro tempo. Il termine deriva dalla parola ballerino, in fattti in origine erano dei ballerini che ballavano con le signore che non avevano l'accompagnatore, a fine serata molte si facevano accompagnare anche nelle loro stanze. 

Perchè viene celata la prostituzione maschile? Fin dai tempi dei tempi con il termine prostituzione si definiva il servizio sessuale prestato e gestito dalle donne e rivolto agli uomini.Non che la prostituzione maschile non fosse praticata ,ma già dall'antica Roma era un ostracismo,era considerata  violazione del codice di mascolinità con un comportamento tipico femminile. Questo non ha impedito la sua evoluzione fino ad oggi. In alcune culture la prostituzione maschile era molto diffusa tra le dame dell'alta aristocrazia per far fronte all'insoddisfazione dei matrimoni combinati.

Gli uomini sono per così dire i maggiori  clienti, punto perciò negli anni antecedenti alle rivoluzioni libertine del '68(iniziano le prime manifestazioni di emancipazione degli omosessuali) la prostituzione maschile veniva concepita come omosessualità. Il fatto sta che i ragazzi che soddisfacevano le richieste dei loro clienti , diventati adulti iniziavano una nuova esistenza con moglie e figli. Il prostituto abdica al ruolo di conquistatore, si fa strumento di piacere per il proprio cliente , quindi da soggetto attivo assume il ruolo di soggetto passivo.

In uno dei volumi che tratta il tema della prostituzione "Prostituzioni visibili e invisibile" si afferma che la prostituzione non è il più vecchio mestiere del mondo, ma è forse il più nuovo. La prostituzione maschile è tra le prostituzioni invisibili perchè considerata "sporca".Era sinonimo di omosessualità.

Oggi in  questa "Nuova Epoca" molte donne ricorrono a servizi da parte dei cosiddetti gigolò(=diventato ormai una vera e propria professione), ma ovviamente non solo per soddisfare il loro bisogno sessuale, semplicemente per compagnia, per ricevere attenzioni, per avere un accompagnatore per una serata di lavoro o svago.L'uomo non è solo oggetto della cliente ma anche soggetto. Nel testo "Prostituzioni visibili e invisibili" in un capitolo sul ruolo che svolge il gigolò vi è un'intervista a Roy gigolò , afferma :<La donna ha bisogno di un'emozione, di uno sguardo, di un colore, di guardarti negli occhi, e tu devi trasmettere a lei tutte quelle belle emozioni.Allora in questa maniera riesce a lasciarsi andare> , poi aggiunge <............. tu devi essere bravo a metterla a proprio agio>.

Questa è la principale differenza tra prostituzione maschile e femminile, anche la variante femminile di gigolò , cioè l' escort indica solo un rango di prostituta che offre servizi sessuali di alto livello. L'identità femminile è sempre vista totalmente corpo e sessualità, la relazione con il cliente va dritta all'atto sessuale in sè. La donna vende solo ed esclusivamente il proprio corpo per soddisfare le esigenze del cliente, mentre il gigolò per la cliente offre un "servizio".Il suo rapporto con la cliente non è visto in tutta la sua passività , in realtà mantiene il suo ruolo attivo, in quanto è lui ad attirare la cliente verso l'esperienza, a farla tranquillizzare, a farla sentire desiderata , quindi ritorna la sua oggettività. La donna cliente è per lo più una donna sola che sente il bisogno di avere al suo fianco una figura maschile. Sono donne che hanno sofferto per delusioni in passsato e non hanno voglia di soffrire ancora, allora cosa fanno ,basta un click sul noto sito gigolo5stelle, scelgono il profilo che sembra loro più interessare e usufruiscono del servizio, in base al tempo e al servizio il costo varia, ovviamente sarà soddisfatta al meglio delle sue richieste. Tutto ormai ha un prezzo!      

Visite e voti


188 visite uniche.
condivisioni.

Ti è piaciuto l'articolo?
Clicca sul pollice per votare!

0 mi piace

0 non mi piace
L'autore
jojo
Condividi l'articolo
Commenti